Questo mese di Agosto, ce ne siamo accorti, è stato estremamente piovoso. Tanta acqua è caduta, e tutta in una volta, al punto da far citare Paternò anche sui siti che si occupano di meteo. Ovviamente quando 61 millimetri d'acqua si abbattono su una città in un'ora, è chiaro che qualcosa deve accadere, e solo qualche cretino può misurare il lavoro di un'amministrazione sul fatto che piova o che l'acqua non sia tutta raccolta subito dalle fogne. Bisogna vedere cosa si è fatto a livello di prevenzione e di intervento successivo.

Si sono presentate numerose piccole e grandi emergenze che siamo riusciti a tamponare prontamente. Come nella zona delle Salinelle, dove le strade sono state doppiamente messe a rischio dall’acqua piovana e da una nuova, importante, ripresa dell’attività dei vulcanetti di fango. Anziché limitarci a transennare le aree compromesse, siamo intervenuti per ripristinare la normale circolazione, arginando e rimuovendo il fango riversatosi sulle strade e liberando così via Fonte Maimonide, via dei Mulini e via dei Coralli. E forse vi sarete accorti delle tante squadre di Vigili Urbani che hanno fatto il giro delle città, controllando le aree a rischio e le situazioni di potenziale pericolo, insieme ai tecnici del Comune.

E così abbiamo ripristinato la normalità laddove il forte vento aveva fatto crollare degli alberi, come in Viale dei Platani, e siamo intervenuti in Via Rizzo e Via Vittorio Emanuele dove le bombe d’acqua avevano fatto saltare i tombini, evitando che permanesse una situazione di pericolo. Nella zona di S. Marco, dove c'è l'annoso problema della fognatura (per la quale abbiamo finalmente preparato un progetto da finanziare con un mutuo di più di 1 milione di euro) siamo intervenuti subito per riparare il tubo che intanto si era rotto. E subito vuol dire SUBITO, già fatto.

Certo il manto stradale, già dissestato, in numerose strade, ha subito ulteriori danni a causa delle intense piogge, ma anche in questo caso stiamo mettendo in cantiere diversi interventi, alcuni strutturali, che riguarderanno, come già annunciato, via Sella e corso Buonarroti, viale Kennedy e De Gasperi, altri di manutenzione. Ma questi lavori è giusto si facciano con procedure ordinarie, non d'urgenza. Abbiamo mille cose da sistemare ancora a Paternò, ma a poco a poco sono sempre di più quelle già rimesse a posto.


1_2015_08_19_in_via_mauro_mangano
2_2015_08_19_in_via_mauro_mangano
3_2015_08_19_in_via_mauro_mangano

se ha bisogno di ulteriori informazioni, sentiti libero di contattarmi

Biografia

Sono nato nel 1970. Vivo a Paternò, città di cui sono stato sindaco dal 2012 al 2017. Laureato in lettere classiche, insegnante per molti anni (un lavoro bellissimo), adesso dirigente scolastico.
Ho iniziato il mio impegno ecclesiale nei gruppi francescani, di cui ancora faccio parte, quello politico nella Rete, negli anni '90, insieme a quella generazione di siciliani che si è persuasa di riuscire ad assistere alla fine della Mafia, e perfino di contribuirvi. Lo penso ancora.
Mauro Mangano

Ultimi articoli

Ode al 2%, più o meno

La crisi di governo con...

I DUE PESI E LA MISURA (ovvero, cosa NON fa un...

Non ho mai sentito mio...

Sulla scuola. Poche certezze, qualche proposta.

Che fortuna avere su...