di L. Boff - Cittadella editrice

La cosiddetta Preghiera Semplice non è stata scritta da Francesco, ma è un testo degli inizi del '900. Boff parte dal testo della preghiera per mostrare la persistenza e la pervasività dello spirito francescano. La pace, la giustizia, il perdono, sono indagati con spirito di semplicità eppure con una profondità terribile. Il diabolico è contrapposto al simbolico, cioè alla forza capace di unire, l'uomo, gli uomini, il cosmo. E piano piano Boff riesce a proporre anche la radicalità del perdono e della non violenza. Quella forza dirompente che scardinando il male nell'altro ne annulla l'efficacia. Così diventa possibile portare amore, pace, perdono, semplicemente portandoli in sè.

se ha bisogno di ulteriori informazioni, sentiti libero di contattarmi

Biografia

Sono nato nel 1970. Vivo a Paternò, città di cui sono stato sindaco dal 2012 al 2017. Laureato in lettere classiche, insegnante per molti anni (un lavoro bellissimo), adesso dirigente scolastico.
Ho iniziato il mio impegno ecclesiale nei gruppi francescani, di cui ancora faccio parte, quello politico nella Rete, negli anni '90, insieme a quella generazione di siciliani che si è persuasa di riuscire ad assistere alla fine della Mafia, e perfino di contribuirvi. Lo penso ancora.
Mauro Mangano

Ultimi articoli

Dantedi

Un gioco, se volete, un...

Didattica da toccare

- Didattica è il...

Sradicamenti immemorabili

Ovvero di come la...